I Friul Falcons all'Italian Baja!

Oggi vi voglio raccontare di una serata a cui io e la mia squadra Friul Falcons, abbiamo preso parte. Prima, però, devo fare un piccolo flash back e tornare ad un mese fa circa. La prima domenica di giugno ho avuto l'immenso piacere di conoscere Andrea Tomasini, pilota professionista, grazie alla sua vulcanica mamma, Serena Ellero. Andrea, fin da subito, leggendo il mio meraviglioso blog, è rimasto colpito dal mio definirmi "ragazzo a quattro ruote" e, in parte, anche lui si sentiva così, dato che quando corre per le sue gare, guida una "quattro ruote". Io gli ho raccontato con molto piacere che sono il capitano dei Friul Falcons e ho spiegato un po' chi siamo e che sport pratichiamo. Era molto interessato ad aiutarci in qualche modo, poichè, abbiamo molte spese che dobbiamo sostenere per affrontare un campionato. Allora un mese fa' ci siamo ripromessi di vederci all' Italian Baja (la competizione di fuoristrada più importante e famosa d'Italia cui partecipano piloti provenienti da ogni parte del mondo!) che si è svolto nel territorio pordenonese, dove appunto avrebbe corso con una macchina molto particolare, un prototipo di cui solo lui ha avuto l'onore di guidare in Italia.  Questo evento sarebbe durato dal 24 al 26 giugno e io gli avevo promesso che sarei andato a tifare per lui e per far conoscere la fantastica realtà dei Falcons. Il venerdì 24 giugno sono andato al Baja alle 13.00 e c'era grande fermento in quanto i piloti sarebbero partiti alle 17.00 con le prove speciali. C'era un grande caldo nonostante fossimo sotto un capannone... Quel giorno lì Andrea e sua mamma mi hanno fatto conoscere molta gente, ogni volta che qualcuno si avvicinava allo stand della sua scuderia, mi presentavano con molto orgoglio. La partenza delle prove speciali si svolgeva a Cormons e, proprio prima della partenza di Andrea, hanno fatto salire me e il mio compagno di squadra Jacopo sul palco, per presentarci al pubblico e per farci fare un grande "in bocca al lupo" al mio amico pilota.  Il sabato 25 ci sarebbe stato il "clou" della gara, ma io non ci sono potuto andare perchè avevo la festa del 18° di un mio caro amico... Comunque con il cuore tifavo per Andrea anche a distanza, purtroppo proprio il sabato, a causa di un sasso che ha perforato il motore, si è dovuto ritirare il pomeriggio... Andrea, però, non si è scoraggiato ed era sorridente, come un vero sportivo con la "S" maiuscola. La domenica sera, era stato organizzato un party al Funky Go, locale che fa da sponsor ad Andrea, dove si sarebbe festeggiato mangiando cibo stile fast food americano. Aveva invitato me e tutta la mia squadra perchè voleva farci conoscere prima del concerto rock, che si sarebbe tenuto in quel locale verso le 22.00. Venuto il momento tanto atteso, mi ha chiamato sul palco e mi ha fatto parlare, spiegando un po' chi eravamo.. Purtroppo ero emozionato e mi sono un po' impappinato... Comunque sia, dopo la festa è iniziata a bomba e io e Serena, siamo andati a chiedere delle offerte per i vari tavoli... Successivamente lei ha interrotto 5 minuti il concerto e ha iniziato a fare un'asta per baciare le bellissime ombrelline di Andrea, Elisabetta, sua sorella, e Romina, rallegrando e ravvivando la serata. Devo dire che è stata una festa molto piacevole e divertente, Andrea ma soprattutto Serena si sono veramente presi a cuore me e la mia squadra. Hanno fatto molto per noi rivelandosi delle persone straordinariamente sensibili e ciò gli rende grande onore. Ora speriamo che questa sia solo una delle future serate in cui noi, Friul Falcons, saremo degli ospiti così importanti. Sono stato davvero molto felice di aver fatto questa bella esperienza all'Italian Baja ed aver conosciuto persone così speciali!

Scrivi commento

Commenti: 0