UN PIANO INFERIORE

Amaro in bocca. Amaro in bocca perché ritenevo che il mondo stesse cambiando in questi anni, invece la mentalità è rimasta quella: conservatrice e retrograda. Pensavo che il cambiamento partisse dall’istruzione e quindi dagli edifici e dalle persone che lavorano per assicurare in primis i servizi universitari. Sono andato alla sede Economico-Giuridica dell’Università degli studi di Udine per valutare l’accessibilità. Il responsabile della disabilità, molto disponibile senz’altro, mi ha mostrato le aule e anche come accedere al bagno ecc ecc. Tutto molto bello ed entusiasmante, se non che 2 aule su 3 dispongono di una accessibilità approssimata e non inclusiva, quasi volta a differenziare il disabile e a metterlo su un gradino inferiore, letteralmente. Una delle due in questione, l’aula 1, è questa qua sotto. Molto simile all’Aula 2, come struttura e conformazione. Analizziamola bene. Dunque, come si può notare, è un aula a gradoni e i disabili sono talmente inclusi che stanno alla sinistra isolati, per motivi di sicurezza, con addirittura un corrimano che funge da sbarre, stile leoni in gabbia. Ora però, una domanda sorge spontanea: ma se un disabile volesse avere una compagna/o vicino a sé per aiutarlo per qualsiasi cosa e per sentirsi parte integrante, come farebbe?
Addirittura in una delle due aule, usavano il tavolino ergonomico per disabili per tenere aperta la porta.
Accessibilità 3.0, ragazzi.

p.s L’ascensore si è bloccato ben 2 volte andando da un piano all’altro.

1 Commenti

LA MIA BATTAGLIA SI STA DIFFONDENDO!

Finalmente la mia battaglia, iniziata sui social, si sta diffondendo!! Oggi sono finito sul Messaggero Veneto !! Un grazie va anche a tutti coloro che hanno ricondiviso il mio post! ❤️❤️🙏🏻#vorreiprenderelautobus Walter Rizzetto

0 Commenti

#VORREIPRENDERELAUTOBUS

ITALIA 2019,
mi presento sono Nicolò Vadnjal, una baldo giovane che viaggia su 4 ruote. Si parla da un po' di anni di inclusione sociale, di progetti che portino fuori di casa e migliorino la vita delle persone con disabilità. Insomma, una sensibilità, forse, fin troppo approssimata e superficiale. Soprattutto per la lentezza nell'attuare la maggior parte dei progetti. La foto in questione ritrae me con un cartello su cui sopra è scritto l'hashtag #vorreiprenderelautobus. A quanto pare nel 2019 in Italia e, nella mia regione, in Friuli Venezia Giulia ci sono, sì, gli autobus con la pedana attrezzata per le persone diversamente abili ma le fermate abilitate sono pochissime, alcune ancora sperimentali e non sono extraurbane. E dunque se una persona come me necessita di prendere un mezzo PUBBLICO come l'autobus e andare da un paesino fuori Udine ad Udine? Cosa fa? Assolutamente niente, si attacca. Perdendo magari un appuntamento importante, se nessuno riesce a scarrozzarlo con la macchina attrezzata... Questa non è l'Italia che voglio. Sogno un Italia accessibile a tutti e in cui la diversità fisica, intellettuale e di genere non debba per forza essere un qualcosa di straordinario. Aiutatemi a far cambiare le cose! Condividete questo post con l'hashtag #vorreiprenderelautobus
Grazie amici!! 

0 Commenti

Novità e preoccupazioni

Eccomi qua son ritornato con molte novità! Mi riprometto sempre di non fare post accumulativi e invece di appunto aggiornarvi settimanalmente, ma poi, tra una cosa e l'altra, rimando sempre e mi ritrovo a scrivervi poemi che non finiscono più! Ultimamente devo dire che ho mille pensieri per la testa, mille preoccupazioni e una tra queste, cioè la più importante, è il fatto di dover andare a Milano per rimuovere il calcolo renale, che attualmente mi sta dando non pochi problemi. Ovviamente non è mai una passeggiata subire un'anestesia totale con i miei problemi e tutto ciò mi fa venire in testa storie del tipo: "Eh ma se non mi risveglio, eh ma se va storto qualcosa...". Quindi anche se mi svago andando in giro in disco o con gli amici, o mi alleno, o insomma faccio altro, la mia testa ha un unico pensiero: Milano. Diciamo che il non sapere quando andare mi inquieta ancora di più e in più non mi fa programmare con serenità tutti i miei impegni settimanali. Cambiando discorso, io vi devo ancora raccontare della serata in disco! Devo dire che non è andata per nulla male, anzi! C'era parecchia gente, anche se devo dire che c'erano belle ragazze, bella musica e l'ambiente che si respirava era di puro divertimento! Lì ho trovato parecchia gente che conoscevo e quando siamo dovuti entrare io e miei amici, come dei veri vip, ci hanno fatto largo fra la folla che aspettava e siamo entrati per l'entrata secondaria! Prima volta in quella disco e subito ad imporre il proprio rispetto!  

0 Commenti

I'm back

Eccomi qua ritornato dopo più di un mese.. In questo lasso di tempo devo dire che son successe o stanno per accadere parecchie cose... Partiamo dalla novità scolastica: quest'anno, essendo in terza, ho cambiato alcuni professori. Vi avevo scritto che avevo bisogno di stimoli/cambiamenti, ma mi son reso conto che dopo già due settimane, quando frequenti un liceo, la tua buona volontà svanisce. In particolar modo devo dire che il prof. di matematica e fisica di quest'anno ci dà veramente "dentro". Spero tanto che si ridimensioni un po' altrimenti quest'anno sarà davvero tosta. Anche se un ragazzo, quando sceglie un istituto scientifico o classico, sa che sicuramente sarà più preparato degli altri ma è consapevole (si spera) che questo gli costerà molta fatica e dedizione allo studio. Per il resto devo dire che i prof sono tutti abbastanza bravi e disponibili, in particolare la nostra nuova insegnante di italiano! Tra una studiata e l'altra purtroppo mi sono ammalato! Eh sì, è arrivata la mia prima influenza della stagione autunnale/invernale, che mi ha fatto rimanere a casa per tutta la scorsa settimana :( Come sempre non mi smentisco e sono uno tra i primi a prenderla ;) Hockeysticamente parlando, il campionato finalmente inizierà il 6 novembre e giocheremo il nostro primo derby stagionale fuori casa.. sarà una partita davvero tosta e piena di colpi di scena, anche perchè quest'anno noi ci siamo rinforzati e abbiamo un asso nella manica.. Secondo me quest'anno potremmo dare finalmente filo da torcere alle compagini avversarie! State attenti che i Friul Falcons quest'anno non scherzano! ;) Prossimamente ci sarà un evento organizzato dal nostro amico Andrea Tomasini, ma questa è un'altra storia e ve ne parlerò a tempo debito. Stay tun.. Ah, no! non vi ho detto la cosa più importante! Stasera sarà una serata diversa dalle altre, finalmente in Friuli riapriranno tutte le disco più gettonate e tra queste ne aprirà una nuova nella quale ci andrò assieme ad alcuni miei amici. Buon week end a tutti!     

0 Commenti